D 1.1.2 - Caratterizzazione di casi reali di BE soggetti a SUOD 

GA_D-1-1-2-per-web.jpg

Abstract 

Il presente report D 1.1.2 ha lo scopo di proporre uno strumento per la classificazione speditiva dell’ambiente costruito (BE) in base alle caratteristiche tipologiche del tessuto e alle peculiarità degli SUOD considerati.

 

A seguito delle ricerche sui criteri per la classificazione del rischio nel BE riportate nel precedente report (D1.1.1), il presente documento si concentra sulla definizione e validazione di un modulo per il rilievo speditivo degli spazi aperti in ambiente costruito (BE).

 

La validazione è svolta attraverso l’applicazione del modulo a 8 casi studio di spazi aperti areali (AS), necessari ad ottimizzare la scheda rispetto all’ampia varietà della cultura costruttiva italiana: Caldarola (MC), Matera (MT), Narni (TR), Ostuni (BR), Rieti (RI), San Gemini (TR), San Giovanni in Persiceto (BO), and Trani (BA).

Al fine di selezionare i tre casi studio maggiormente rappresentativi per le prossime fasi della ricerca, il report presenta inoltre un’analisi comparativa dei dati raccolti attraverso l’applicazione del modulo rettificato dopo il processo di validazione.

 

In appendice sono quindi presentati i tre casi studio selezionati (Caldarola, Narni, and Matera) e descritte le caratteristiche del loro ambiente costruito (BE) e i peculiari SUOD.